Guida completa all’idropulsore

L’idropulsore è un pratico oggetto che è diventato sempre più indispensabile per potersi prendersi cura della propria igiene orale nel miglior modo possibile. Si tratta di uno strumento molto semplice da usare e al tempo stesso riesce ad igienizzare con una sola mossa il cavo orale, è anche un ottimo espediente per poter eliminare la placca, e soprattutto viene consigliato per chi soffre di gengive sensibili. Spesso lo avete visto utilizzato dal dentista, ora in commercio sono presenti diversi modelli compatti ed è possibile averlo in casa e posizionarlo sugli scaffali del bagno per usarlo tutti i giorni.

Ci permette di ripulire il cavo orale con la sua conformazione specifica ed è anche piuttosto comodo da avere a portata di mano perché può essere usato tutte le volte che si vuole in casa. La funzione primaria dell’idropulsore è quella di poter effettuare un lavaggio tramite un getto di acqua pulsata. Bisogna comunque dire che è consigliato utilizzare questa macchina solo dopo aver effettuato il lavaggio e lo spazzolamento con spazzolino e dentifricio.

La sua tecnologia è piuttosto semplice, si tratta infatti di un dispositivo che è dotato di una pompa che riesce a spruzzare i getti d’acqua pulsante direttamente all’interno della bocca. Il getto d’acqua è comunque indirizzato grazie ad una serie di beccucci specifici, studiati per pulire sia il solco gengivale che lo spazio interdentale alla perfezione.

Quando andiamo ad utilizzare ogni giorno l’idropulsore riusciamo a detergere a fondo le zone che si presentano più difficili da raggiungere con un semplice spazzolino o solo con il filo interdentale.

Sul mercato sono presenti molti e diversi modelli, e tutti sono dotati di funzioni differenti in base al prezzo o alle specifiche tecniche. Gli idropulsori sono brevettati per avere diversi e vari design e per presentare una pressione del getto più o meno potente a seconda del nostro bisogno. La pressione del getto è regolabile su più livelli quindi, ciò permette anche di utilizzare l’idropulsore in base alla propria conformazione gengivale. Gli esperti raccomandano sempre l’utilizzo di questo tipo di strumento solo se non si hanno gengive troppo sensibili e infiammate, in quel caso potrebbe essere nocivo. Si tratta di uno strumento altamente consigliato per chi ha degli apparecchi fissi, per poter mantenere il massimo dell’igiene. Se volete conoscere tutti i modelli visitate il sito sui migliori idropulsori dentali in offerta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *