Cuscini per cervicale, come vanno scelti in base a come si dorme

A volte non diamo il giusto peso alla scelta dei cuscini, non pensando che dalla loro qualità dipende anche quella del nostro sonno. Questo in generale, ma a maggior ragione se si è soggetti a cervicalgìa, un disturbo frequente e sempre più diffuso che consiste in dolorose fitte localizzate nell’area cervicale, che comprende collo, spalle e nuca dove per effetto di posizioni sbagliate o postumi di incidenti si localizzano tensioni muscolari e fastidiose sintomatologie che compromettono la qualità del sonno, appunto. Un guanciale qualunque non è in grado di supportare come dovrebbe la zona cervicale, che mentre si dorme dovrebbe godere del dovuto sostegno, eluso da cuscini troppo morbidi e inadatti a permettere il giusto appoggio del corpo a contatto con il materasso.

La conseguenza è che si può risvegliare doloranti e con giramenti di testa dovuti alla pressione degli irrigidimenti muscolari sull’area cervicale, sottoposta a stress anche di notte. Il malessere può essere affrontato con l’uso dei cuscini per cervicale, da scegliere in base al modo in cui si dorme. C’è chi è solito dormire supino, chi di fianco o a pancia sotto. Per ognuno c’è il cuscino giusto, ergonomico e concepito per accogliere le parti corporee interessate dalla cervicalgìa nel giusto modo. Chi dorme a pancia in su può provare un tipo di cuscino cervicale concavo al centro con le due estremità sollevata, in teoria dovrebbe avvertire un’immediata sensazione di benessere in quanto questa posizione ergonomica dovrebbe sciogliere le tensioni muscolari alla base dell’irrigidimento di collo, spalle e nuca.

Idem per chi dorme di fianco, che potrà posare la testa nella parte concava del guanciale terapeutico, allo stesso modo di chi nel sonno è solito assumere una posizione supina. Se, invece, si dorme a pancia in sotto il cuscino potrebbe rappresentare un ingombro da eliminare, per quanto esistano cuscini cervicali anche per chi dorme in quella postura, più sottili e meno invasivi. In genere per chi dorme a pancia in giù si consiglia di provare per un po’ a dormire proprio senza cuscino per verificare se il fastidio si allevia, in alternativa si potrà cercare una soluzione personalizzata mettendo a confronto l’offerta di mercato dei migliori cuscini per cervicale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *